Contrassegno disabili e patente

Contrassegno disabili

Dal 15 settembre 2012 è entrato in vigore in Italia il nuovo contrassegno di parcheggio per disabili “europeo”, con un formato rettangolare, di colore azzurro chiaro, con il simbolo internazionale dell’accessibilità bianco della sedia a rotelle su fondo blu. Il nuovo contrassegno è stato introdotto con il Decreto del Presidente della Repubblica n.151 del 30 luglio 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 203 del 31 agosto 2012, ed è conforme al “contrassegno unificato disabili europeo” (CUDE) previsto dalla Raccomandazione del Consiglio dell’Unione europea 98/376/CE. Consente alle persone con problemi di deambulazione e ai non vedenti di usufruire di facilitazioni nella circolazione e nella sosta dei veicoli al loro servizio, anche in zone vietate alla generalità dei veicoli. Si tratta di una speciale autorizzazione che, previo accertamento medico, viene rilasciata dal proprio Comune di residenza, ma è valido e utilizzabile su tutto il territorio nazionale (art.188 del Codice della Strada, CdS, e art. 381 del Regolamento di esecuzione del CdS) e sul territorio europeo. Il contrassegno ha la durata di cinque anni, anche se la disabilità è permanente. Quando i cinque anni sono scaduti, può essere rinnovato.

Patente speciale di guida

La decisione se avviare la richiesta o meno della patente speciale dipende dalla valutazione del medico di base che deve compilare il certificato medico necessario per avviare la richiesta di patente. La richiesta va inviata alla Commissione Medica Locale della Provincia presso le Aziende Unità Sanitaria Locale di residenza.

Per i portatori di cardiopatie congenite o no, può essere rilasciata con scadenza temporale.


Handmade with love
Cosmobile.netSviluppo e gestione dati Iprov.comGrafica, design e comunicazione