Contributo alloggio

Accoglienza a Bologna

L’assistenza permanente del neonato, bambino o ragazzo durante il ricovero nel Reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età Evolutiva di Bologna è concesso esclusivamente ad un solo accompagnatore, che spesso coincide con la madre del paziente. L’altro genitore o gli altri parenti possono visitare il proprio caro esclusivamente in fasce orarie prestabilite e comunque limitate (al mattino e nel pomeriggio). 

Molti pazienti ricoverati provengono da fuori regione e per le loro famiglie ciò significa dover trovare forme di accoglienza a Bologna sostenibili anche da un punto di vista economico.


Per dare una risposta a queste esigenze di ospitalità  - sia per le famiglie che abitano fuori Bologna, che devono rimanere in città per diversi giorni nell’attesa della nascita (in caso di diagnosi prenatale) e durante il ricovero del proprio bambino in reparto per le cure necessarie - Piccoli Grandi Cuori Onlus opera attraverso diversi interventi concreti: accoglienza gratuita al Polo dei Cuori a Bologna in Via Marco Polo, 21/12 con 5 miniappartamenti e un appartamento grande per le lungodegenze, completamente autonomi e con servizio di lavanderia in autogestione (sono a disposizione degli ospiti anche due biciclette per i piccoli spostamenti); appartamento in locazione pagato dall'Associazione sito in via Niccolò Pisano angolo via Massarenti (vicino al Policlinico di Sant'Orsola); partecipazione al mantenimento della gestione di Casa Tetto Amico - il progetto di accoglienza del quale siamo partner e per il quale versiamo 350 euro mensili - per alloggi in stanze con aree comuni e cucina, situato dentro al Policlinico (Pad 29), riservato ai parenti dei pazienti trapiantati e non solo.

Supporto economico alle famiglie di pazienti lungodegenti 
Dopo 30 giorni di ricovero, o in caso di ricoveri ripetuti in tempi ravvicinati per condizioni cliniche particolari, l’Associazione provvede a destinare un contributo alle sole famiglie in difficoltà comprovata.
I criteri per l’assegnazione del contributo sono:
  • colloquio con l’Assistente sociale dell’Associazione per la valutazione dello stato di bisogno
  • consegna all’Assistente sociale dell’Associazione della documentazione relativa ai redditi della famiglia (ISEE etc..) e ogni altra documentazione relativa a situazioni particolari.
  • distanza dal domicilio di oltre 100 km.
La domanda dovrà essere presentata sul modulo predisposto dall’Associazione.
Handmade with love
Cosmobile.netSviluppo e gestione dati Iprov.comGrafica, design e comunicazione